Testata Comune Carini
© Comune di Carini 2014 - P.Iva: 00147540827 - Corso Umberto I - 90044 Carini (Pa) - Tel. 091.861.11.11
Sei in: Home Page -> Calcolo IMU
Il Comune
» Il Sindaco
» La Giunta
» Il Consiglio Comunale
» Le Commissioni
» Lo Staff del Sindaco
La Segreteria
» Segretario Comunale
Gli Uffici
» Organigramma
» I Affari Generali del Personale
» II Servizi Economici Finanziari
» III Promozione Umana e P.I.
» IV Lavori Pubblici e Servizi a Rete
» V Turismo, Spettacolo e Marketing Territoriale
» VI Urbanistica e Piano Territoriale
» VII Edilizia
» VIII Abusivismo e Repressione
» IX Polizia Municipale
» X Tributi e Canoni Servizio Idrico
» Lo Sportello Unico
» URP
» Il Servizio Legale
» Biblioteca
Servizi ON-LINE
» Cambio di residenza in tempo reale
» Servizi Demografici
» PEC - Posta Elettronica Certificata
» Calcolo IMU
» Alloggi Popolari
» Sondaggi
» Segnalazioni
» Guida ai procedimenti
» Le domande piu ricorrenti
Link
» Elenco Siti tematici
» Canale Ufficiale Youtube
» Storico Elezioni
» Politiche 2013
» Bilancio Sociale 2011
» Pagamento T.A.R.SU. 2011
» Modello Riduzione T.A.R.SU. 2012
» Servizi di egovernment attivi
» Servizi di egovernment di futura attivazione
» Privacy
» Note Legali
» Come fare per...
» Progetto "Il Girasole"
» Suggerimenti e Segnalazioni
» Bioparco di Sicilia
» Autorizzazione Sosta Invalidi
» Normattiva
» Stradario Comunale
» Riserve Naturali
» Castello di Carini
» Auditorum Totuccio Aiello
Accessibilità
Gli Assessori Informano
» Cultura e Turismo
» Istruzione e Servizi Sociali
» Attività Produttive
» Edilizia Privata - Sanatoria Edilizia - Patrimonio
» Bilancio e Finanza
» Urbanistica e Edilizia
» Servizi a Rete e Igiene
Notizie Utili
» Come Arrivare a Carini
» Bed & Breakfast
» Hotel
» Ristoranti
» Pizzerie
» Numeri Utili
Linea Amica
Webmail Aruba
Social Network

Ufficio Tributi

Imposta Municipale Propria (IMU) - Anno 2013

Calcola IMU

Versamento a rate dell'IMU sull'abitazione principale

La circolare n. 3 del MEF

Modalita' di versamento dell'IMU da parte dei soggetti non residenti

Approvazione "Regolamento per l'applicazione dell'imposta municipale propria (IMU)"


AVVISO DI SCADENZA VERSAMENTO IMU IN ACCONTO – Anno 2013


VERSAMENTO I RATA 2013


Il Funzionario designato per la gestione dell’Imposta municipale Propria (IMU)
Visto il Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n.504 e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il Decreto Legislativo 14 marzo2011, n.23 e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il Decreto Legge 6 dicembre 2011, n.201 e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il Decreto Legge 2 marzo2012, n.16;
Visto l’art 1, comma 380, della Legge 24 dicembre 2012, n. 228;
Visto il Decreto Legge 8 aprile 2013, N. 35,
Visto il Decreto Legge 21 maggio 2013, N. 54; 
Vista la delibera di consiglio comunale n. 146 del 24/10/2012 con la quale si è approvato il Regolamento per l’applicazione dell’imposta Municipale ( IMU );

INFORMA:


►VERSAMENTO D’IMPOSTA PER L’ANNO 2013
Entro il 17 giugno 2013, (il 16 giugno cade di domenica) deve essere effettuato il versamento della I rata  d’imposta per l’anno 2013.
L’imposta che grava sui fabbricati, le aree fabbricabili ed i terreni agricoli è a carico: del proprietario o titolare del diritto di usufrutto,uso o abitazione,del superficario; dell’enifieuta;del locatario finanziario;del concessionario nel caso di concessione su aree demaniali. Con D.L.n. 54/2013 è stato sospeso il versamento dell’IMU dei seguenti immobili:

  1. abitazione principale e relative pertinenze,esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8, e A/9;
  2. unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati degli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati,eventi le stesse finalità degli IACP, istituiti in attuazione dell’articolo 93 del Decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1997, n.616;
  3. terreni agricoli e fabbricati rurali di cui all’articolo 13, commi 4,5, e 8, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n.201,convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n.214, e successive modificazioni.

L’imposta è dovuta per l’anno solare proporzionalmente alla quota di possesso o di diritto. Per gli immobili sui quali sono costituiti diritti di godimento a tempo parziale (multiproprietà) il versamento è effettuato dall’amministratore del condominio o della comunione.
L’imposta deve essere versata per l’anno in corso in due rate:
la prima rata entro il 16 giugno ( 17 giugno per  2013);
la seconda rata entro il 16 dicembre.
l’imposta dovuta è calcolata applicando le seguenti aliquote;
 4 per mille per  le abitazioni principali incluse nelle categorie catastali A/1, A/8, e A/9 e per le relative pertinenze ;
 7,60 per mille per  le aree edificabili,
 7,60 per mille per i fabbricati del gruppo “D” il cui provento è a favore dello Stato per l’importo corrispondente all’aliquota dello 0,76%;  
 7,60 per mille  per gli altri immobili;

►ABITAZIONI PRINCIPALI E PERTINENZE
Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi, situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile. Sono considerate pertinenze le unità immobiliari classificate nelle categorie catastali C/2, C/6, C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate , anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.
All’imposta dovuta è decurtata la detrazione pari ad € 200,00 con maggiorazione di € 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purchè  dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell’ abitazione principale. Tale ulteriore detrazione , prevista solo per l’anno 2012 e l’anno 2013, non può superare l’importo massimo di € 400,00
La detrazione deve essere rapportata al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione. Se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota di utilizzo dell’abitazione stessa. Il versamento dell’abitazione principale e delle pertinenze è tutto a favore del Comune ed individuato dal codice 3912.
Si rimarca che il versamento è dovuto solo per quelle in categoria A/1, A/8, e A/9 e relative pertinenze.


►Agli effetti dell’IMU, le vigenti rendite catastali urbane sono rivalutate del 5% ed i redditi dominicali sono rivalutati del 25%.


►Per la determinazione della base imponibile dei fabbricati iscritti in catasto, occorre applicare i moltiplicatori previsti all’art. 13, c.4,del D.L. n. 201/2011 e ss.m.i.;    

►MODALITA’ DI VERSAMENTO

Il pagamento del tributo è effettuato mediante il modello F24 ed F24 semplificato,utilizzando i codici tributo previsti con risoluzione ministeriale n.35/2012 e n. 53/2012 così come modificati con risoluzione n. 33/2013 oppure utilizzando l’apposito bollettino di conto corrente postale.